Notizie storiche e culturali

Capre Saanen

Probabilmente il latte di capra è stato il primo ad essere munto ed utilizzato dall'uomo, anche se nel tempo si è dato maggior impulso alla produzione del latte vaccino. La caciotta in particolare è un formaggio che storicamente veniva prodotto in casa per uso famigliare. La sua etimologia deriva dalla parola "cacio", termine di origine latina utilizzato fin dall'ottocento per indicare il formaggio.

Il latte di capra ha un alto contenuto di calcio, è caratterizzato da acidi grassi a catena corta che lo rendono più digeribile rispetto al latte vaccino, è indicato anche nell'alimentazione dei bambini ed è ben tollerato da chi è allergico alle proteine di quello di mucca.

Grazie a queste particolari caratteristiche, negli anni recenti, vi è stata una riscoperta dei formaggi di capra perché meglio rispondono alle esigenze di leggerezza, digeribilità e tollerabilità rispetto alle altre tipologie in commercio.

La produzione del formaggio caprino può considerarsi una attività di nicchia poiché l'allevamento delle capre è consigliato in alpeggio e pertanto non si presta ad attività intensiva, tra le specie più comuni che ritroviamo sul nostro Appennino ricordiamo le razze Camosciata delle Alpi e Saanen francese.